PICCOLO CUORE INCONSAPEVOLE.

Me siento honrado de haber participado en el evento, para la Jornada Internacional de la Poesía: «L’ARTE CHE RACCONTA » donde los artistas de la Asociación Inarte, en colaboración con el grupo facebook Tra Parole E Immagini, debían interpretar con una obra visual una poesía. Experiencia nueva e interesante.

Yo personalmente he interpretado con mi propia pintura a acuarela la poesía de Francesca Petrucci, que me ha suscitado hermosas emociones y que recomiendo vivamente leer.

 

PICCOLO CUORE INCONSAPEVOLE.

Piccolo bocciolo
da un’amara terra respinto.
Colto
Strappato,
alla tua tenera vita.
Offerto in olocausto a
mani avide di bruttezza.
O, quella tua veste bianca!
Si che ti è degna.
Ora come sempre
ti sarà.
Tenero amore inesploso.
Condannato dal cielo e
dalla terra che
Ignara
accoglie le tue lacrime,
che non sa
di madri indurite,
oltraggiate,
dalla imposta miseria.
Quanto vorrei cullarti.
Offrirti vorrei
bambole di carezze,
lievi speranze di sogni,
un amore vero
da camminare.
Perdona
La colpa della mia lontananza.
Ma
Senza perdono
Sarò
davanti a Dio.
Francesca Petrucci.